Intesa tra le 50 big in Europa

  • Print
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • LinkedIn
  • PDF

banca centrale europea

E’ notizia del primo di settembre che Intesa Sanpaolo entrerà a far parte delle
big d’Europa. Infatti nel corso della revisione annuale dell’indice Stoxx Europe
50, ovvero la selezione dei 50 titoli europei leader nel proprio settore, la Stoxx
Limited ha inserito il titolo bancario che entrerà pertanto a partire dal prossimo
21 settembre a far compagnia all’unica altra presenza italiana, Eni.

Immediata la reazione in borsa con il titolo che nelle
prime battute dopo la diffusione della notizia ha messo a segno un rialzo del 2%
in una giornata piatta per il mercato. In questo contesto Deutsche Bank ha
da poco messo a disposizione in collocamento un nuovo Express Performance
Plus legato proprio al titolo Intesa Sanpaolo. Un certificato che introduce
un’interessante novità nel panorama dell’offerta della banca tedesca, ossia la
possibilità a scadenza di approfittare di un eventuale maggiore performance del
sottostante rispetto al coupon. Un’opzione che permette di superare uno dei limiti
delle strutture Express in una fase nettamente rialzista.

Entrando subito nel merito dello strumento, la durata complessiva dello strumento
è fissata in cinque anni intervallati da date di osservazioni annuali. Come
nelle strutture più classiche, in queste occasioni, di cui la prima al 21 ottobre
2016, verrà rilevato il valore di chiusura del titolo e se questo sarà almeno pari al
livello strike si attiverà il rimborso anticipato dei 100 euro nominali maggiorati
di un premio annuo dell’11,75%. Se in nessuna delle quattro date previste tale
opzione verrà attivata, alla scadenza del 16 ottobre 2020 si potranno presentare
tre diversi scenari: in particolare la protezione del capitale sarà riconosciuta per
valori di Intesa Sanpaolo inferiori allo strike ma almeno pari alla barriera posta
al 30% di ribasso; oltre questa soglia si subirà interamente la performance negativa
realizzata dal titolo e il rimborso non potrà superare i 70 euro a certificato; in
caso di andamento positivo invece, si otterrà, oltre ai 100 euro nominali, la somma
dei premi previsti per i 5 anni, ovvero un coupon del 58,75% o in alternativa,
qualora fosse più alta, la performance realizzata dal titolo.

Se vuoi continuare a leggere l’articolo vai sul CJ n.431

 

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

Lascia una risposta