È uscito il Certificate Journal n.739

  • Print
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • LinkedIn
  • PDF

Non si è ancora chiuso il primo trimestre e sul segmento dei certificati di investimento italiano si sono superate le 1000 nuove emissioni. Non cresce solo il numero di strumenti ma anche quello dei protagonisti di questo particolare segmento con Marex Financial che si è affacciata per la prima volta sul nostro mercato. Il nuovo emittente fa parte del gruppo Marex, una delle principali società di materie prime e liquidity hub globale che opera attraverso 19 uffici in tutto il mondo, con oltre 1.000 dipendenti in Europa, Nord America e Asia. L’esordio è in grande stile con una serie di Phoenix Memory su due dei principali titoli bancari italiani che hanno attirato la nostra attenzione e quella degli investitori.
Due certificati con profilo difensivo dato da barriere profonde che consentono di prendere posizione approfittando dei bassi livelli dei sottostanti senza doversi preoccupare troppo di eventuali picchi di volatilità. Infatti, sui mercati azionari, nonostante il recupero dai minimi della prima settimana di marzo, la tensione rimane alta e si guarda alla partita a scacchi che Russia sta giocando con il resto del mondo.
Una delle ultime mosse introdotte dal Cremlino per contrastare le sanzioni economiche è il pagamento da parte dei governi “ostili” del petrolio in rubli. Proprio su questo abbiamo realizzato un’analisi con i possibili scenari accompagnata da una selezione di certificati legati ai titoli protagonisti di questo settore. La prossima settimana è ricca di appuntamenti con due webinar realizzati con Société Générale e Vontobel e il corso Acepi “Come scegliere i certificati per un portafoglio efficiente”. Da non perdere Investing Napoli 2022 che si svolgerà in presenza.

Se vuoi continuare a leggere l’articolo vai sul CJ n.739

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

Lascia un commento