È uscito il Certificate Journal n.737

  • Print
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • LinkedIn
  • PDF

Dopo una delle peggiori settimane dal 2020, i mercati finanziari sembra abbiano trovato momentaneamente una base dalla quale ripartire. Tuttavia, la situazione tra Russia e Ucraina è tutt’altro che vicina a una risoluzione e anche la disputa a suon di sanzioni a livello globale inizia a far sentire il suo peso sulla ripresa economica. Un contesto che mantiene la volatilità su livelli mediamente alti e che di riflesso consente a tutti gli attori dell’industria dei certificati di investimento di proporre strutture più accattivanti sotto il profilo del rischio rendimento. In questo senso, tutte le emittenti non si stanno facendo cogliere impreparate e in quotazione stanno arrivando tantissime proposte in grado di soddisfare un ampio ventaglio di esigenze. Tra queste, Unicredit negli ultimi giorni ha messo a disposizione un tris di Step Down Cash Collect che offrono tre livelli di rendimento che dipendono dalla composizione più o meno aggressiva del basket sottostante ma che prima di tutto puntano alla protezione con barriere al 50%. Per chi è alla ricerca di soluzioni ancora più difensive, Barclays ritorna in grande stile sul mercato dopo un’assenza durata oltre 10 anni, mettendo a disposizione un Fixed Cash Collect Step Down scritto su titoli italiani che sposa i premi incondizionati a barriere poste al 40% degli strike. Tra i sottostanti di questa nuova proposta anche Unicredit che paga l’esposizione diretta in Russia con una performance negativa del 50% con la quotazione scesa al di sotto degli 8 euro dai quasi 16 euro del 10 febbraio. I livelli raggiunti e la volatilità offrono spunti operativi di breve termine che possono essere cavalcati con l’ampia gamma di certificati leverage scritti sulla banca di Piazza Gae Aulenti a disposizione sul mercato italiano. Infine, per chi volesse approfondire il funzionamento dei certificati, ricordiamo che mercoledì è prevista la sessione unica del nuovo modulo dei Corsi Acepi “Casi pratici di applicazione dei certificati nei portafogli in consulenza”.

Se vuoi continuare a leggere l’articolo vai sul CJ n.737

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

Lascia un commento