È uscito il Certificate Journal n.719

  • Print
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • LinkedIn
  • PDF

Leggendo le notizie che giungono a margine delle trimestrali e con nuove tensioni sul fronte Covid, con la Russia in allarme, diventa sempre più difficile ipotizzare cosa faranno i mercati da qui a fine anno. Per il momento, tranne appunto storie sui singoli titoli o settori, i principali indici azionari stanno per archiviare la settimana con una serie di chiusure positive consecutive. Il nostro FTSE Mib in particolare, a livello tecnico si avvicina ai massimi di agosto e offre diversi spunti operativi, soprattutto per gli investitori più aggressivi o i trader che possono sfruttare l’ampia gamma di leverage disponibile sul Sedex. Questi certificati si prestano, inoltre, alla costruzione di coperture di portafoglio soprattutto per voglia mettersi al riparo da eventuali fiammate di volatilità. In questo senso, per chi ha paura di eventuali capovolgimenti di fronte, un’ulteriore carta a disposizione è quella offerta dalle strutture di certificati investiment a capitale condizionatamente protetto con carattere difensivo. Tra queste i Fixed Cash Collect, che in virtù di uno zoccolo duro che si crea con le cedole incondizionate, sono molto apprezzati dagli investitori. Proprio per soddisfare l’elevata richiesta di questi prodotti Unicredit ha lanciato una nuova ricca emissione molto diversificata in termini di sottostanti. Altre strutture molto amate sono quelle che prevedono l’opzione Airbag e un a Cash Collect di BNP Paribas legato al settore dell’auto, alle prese con la carenza di chip, ci ha offerto l’opportunità di sottolinearne nuovamente le doti. Tra gli appuntamenti, lunedì verrà riproposto il webinar con Leonteq mentre nei due giorni successivi si terrà la sessione on line del corso avanzato Acepi.

Se vuoi continuare a leggere l’articolo vai sul CJ n.719

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

Lascia un commento