A SPASSO PER L’EUROPA

  • Print
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • LinkedIn
  • PDF

Il 2011 è agli sgoccioli e finanziariamente parlando, non ne sentiremo certo la mancanza. A partire dall’estate il quadro economico europeo si è sgretolato fino al punto da mettere in dubbio la sopravvivenza dell’intero progetto euro. Dopo Grecia, Irlanda e Portogallo, in autunno è toccato all’Italia finire sotto i ferri della speculazione e il risultato è stato quello che ben conosciamo, con lo spread tra il BTP e il decennale tedesco balzato a livelli record, oltre i 500 bp, e i rendimenti dei Titoli di Stato alle stelle. Il 2011 verrà ricordato anche per essere stato l’anno delle quattro manovre finanziarie varate prima dal governo Berlusconi e infine da quello Monti, chiamato a salvare l’Italia dal rischio di insolvenza e ad evitare un effetto domino che avrebbe ripercussioni incalcolabili sul resto d’Europa e, molto probabilmente, del mondo. L’ultima, definita dallo stesso premier “decreto salva-Italia”, ha ricevuto la benedizione dei mercati e sia sul fronte obbligazionario sia su quello azionario sono tornati gli acquisti. Tra i settori che potrebbero beneficiare della manovra, quello bancario e delle utilities sembrano essere a detta di alcuni analisti in prima fila. In questo senso il Certificato della settimana, l’Athena Double Chance su Atlantia, prospetta un rendimento di quasi il 30% a condizione che non venga raggiunta la barriera a 9,30 euro, mentre il nuovo Power Express sull’indice delle banche europee, a cui è dedicato il Focus nuova emissione, mira a rendere il 14,25% anche in caso di moderato recupero. In tema di indici europei, l’Approfondimento vi accompagnerà in viaggio per l’Europa alla scoperta di cinque certificati selezionati su altrettante piazze del Vecchio Continente.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

Lascia un commento