Resilienza alla volatilità e premio potenziale fino al 28%

  • Print
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • LinkedIn
  • PDF

Mediobanca lancia l’Express Certificate su Ftse Mib con barriera al 60%

Stiamo vivendo una situazione particolarmente complessa, con una forte dicotomia tra andamento dell’economia reale e dei mercati finanziari. Da una parte gli indicatori economici continuano a dare indicazioni negative, frutto del lock down che, in forme e intensità diverse da Paese a Pese, ha provocato un crollo della crescita globale, dall’altra parte invece i mercati che, soprattutto in America, mostrano i muscoli.

Gli ultimi dati macro provenienti proprio dalla prima potenza mondiale, gli USA, sono senza ombra di dubbio negativi, con il Pil del primo trimestre 2020 che si è attestato in calo del 4,8%, contro un rosso del 4% atteso dal mercato. Male anche il dato sulla fiducia dei consumatori americani che martedì è crollato da 118,8 a 86,9 e quello sulla situazione attuale è precipitato da 166,7 a 76,4, una caduta di 90 punti senza precedenti. Il mercato per ora però non sembra preoccuparsi, con l’S&P 500 ormai non lontano dai 3.000 punti e il Nasdaq 100 nei pressi dei 9.000 punti. Entrambi gli indici hanno recuperato buona parte del crollo di marzo. Dinamica frutto delle politiche monetarie delle banche centrali che sterilizzando i rendimenti del mercato obbligazionario hanno favorito i flussi verso quello azionario. Uno scenario però che rimane di forte incertezza poiché, o nel breve periodo le economie daranno segnali di ripresa, allineandosi all’euforia di mercato oppure la divergenza potrebbe farsi sentire con forza sui mercati azionari. In uno scenario di tale incertezza ben si inserisce il mondo dei certificati, soprattutto se costruiti su indici azionari.

A tal proposito, Mediobanca si appresta a collocare il nuovo Express Certificate su Ftse Mib con scadenza giugno 2024. Un certificato pensato per affrontare scenari di mercato incerti come quello che stiamo vivendo. Infatti, l’Express Certificate permette una buona resilienza dell’investimento anche in fasi di forte ribasso dell’indice, grazie ad un livello di Barriera Capitale posto al 60% dello strike. Come funziona l’Express Certificate?
Il certificato consente all’investitore di ottenere il rimborso anticipato se, nelle tre date di valutazione intermedie (31 maggio 2021, 30 maggio 2022 e 29 maggio 2023), il valore di chiusura dell’indice Ftse Mib è pari o superiore al 100% del valore di riferimento iniziale. In tal caso, l’investitore riceverà il capitale investito più un premio che è crescente nel tempo. Ovvero, nella prima data di valutazione sarà pari al 7%, quindi l’investitore riceverà 1.070 euro per certificato, nella seconda il 14% (1.140 euro) e nella terza il 21% (1.210 euro). In caso in cui la condizione per il rimborso anticipato non si sia verificato, il certificato prosegue e si rinvia alla data di valutazione successiva.
A scadenza, sono tre i possibili scenari. Se il Ftse Mib avrà un valore superiore o uguale al 100% dello strike, l’Express Certificate rimborserà un importo pari al valore nominale maggiorato di un premio pari al 28% (1.280 euro a certificato). Se l’indice avrà un valore inferiore al 100% dello strike ma superiore o uguale alla Barriera Capitale (60%), il Certificate rimborserà un importo pari al valore nominale maggiorato di un premio pari al 14%. In caso contrario, dunque se l’indice sarà al di sotto della
Barriera Capitale, il certificato rimborserà un importo commisurato alla performance dell’indice con conseguente perdita, totale o parziale, del capitale investito.Si ricorda che il certificato si potrà sottoscrivere fino al 26/05/2020 presso le filiali CheBanca!, fino al 19/05/2020 per l’offerta fuori sede, fino al 12/05/2020 mediante tecniche di comunicazione a distanza, salvo esaurimento plafond.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

Lascia un commento