2014 IN LEVA 7 SUL FTSE MIB

  • Print
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • LinkedIn
  • PDF

Se è vero che la borsa tende ad anticipare i dati reali, la seconda metà del 2014 dovrebbe finalmente far vedere una ripresa sulle principali economie dell’area euro, almeno stando alla corsa agli acquisti che sta alimentando il rally iniziato già lo scorso anno. L’area dei 20.000 punti riacciuffata dal FTSE Mib dopo 30 mesi cancella solo sui grafici la crisi dello spread e tutto quanto è avvenuto da luglio 2011 in avanti. Nella realtà le cose sono ben diverse e si ha più di una sensazione che tanta euforia sia stata dettata dalle manovre non convenzionali adottate a più riprese dalle Banche centrali, anche a costo di far piombare l’inflazione ai minimi, e dai multipli invitanti di molte delle azioni quotate e che ora stia per giungere l’ora di mostrare le carte e mettere in campo i veri utili. In questo scenario di contagioso bull market la volatilità continua a sonnecchiare sui minimi, per buona pace di chi è alla ricerca di qualche occasione di breve termine tra i tanti certificati quotati nel segmento dei Bonus o degli Express. Prezzi alle stelle e rendimenti risicati per l’incrementata probabilità di successo delle strutture con barriera ma di converso anche lo scenario ideale per i certificati a leva fissa, che nel cosiddetto compounding effect nascondono l’insidia principale per le operazioni di più giorni. Una volatilità ridotta è infatti amica dei certificati a leva fissa, inclusi quelli a leva sette che per la prima volta Borsa Italiana ha ammesso alle quotazioni dallo scorso 10 gennaio. Due le emittenti protagoniste di questo salto verso la leva sette che consentirà di amplificare maggiormente le variazioni dell’indice FTSE Mib, come spiegato nell’Approfondimento. Tra le poche opportunità che la volatilità ai minimi non ha ancora intaccato del tutto, il Certificato della Settimana ha analizzato un Easy Express su Enel targato Société Générale, mentre tra le novità della settimana che stanno affrontando la fase del collocamento, abbiamo scelto un certificato di BNP Paribas con opzione “Lock in”.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

Lascia un commento