APPLE A DOPPIA VELOCITÀ

  • Print
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • LinkedIn
  • PDF

Apple si rilancia con l’IPad Air, in vendita da dicembre. Per massimizzare le attese di rialzo, Deutsche Bank lancia un Double Chance

Come ogni autunno, in vista del periodo natalizio, le aziende dell’alta tecnologia aggiornano il listino. Tra le indubbie protagoniste di questo fenomeno, spicca il nome di Apple che con i suoi prodotti, oramai diventati dei veri e propri “must”, raccoglie i favori di una larga parte di consumatori.

Martedì sono stati presentati il nuovo Ipad Air e tutta la gamma rinnovata di PC e Notebook ma le attese erano per la nuova linea degli Iphone che non ha deluso le aspettative. Infatti, superando le più rosee stime, sono stati ben nove milioni i nuovi telefoni della “mela morsicata” venduti nel primo weekend dopo il lancio. Numeri che hanno dato sprint ai titoli della casa di Cupertino che si sono riportati al di sopra della soglia psicologica dei 500 dollari puntando ora al recupero dei 700 dollari per azione fatti segnare a settembre 2012.

Per seguire l’auspicata corsa di Apple è disponibile in collocamento fino al 4 novembre prossimo, e successivamente in quotazione sul Cert-X, un Double Chance Cap di Deutsche Bank che consentirà di seguire l’andamento del titolo con una partecipazione in leva 2 che agirà tuttavia solo in direzione rialzista. Entrando nel dettaglio, il certificato verrà emesso l’8 novembre prossimo mentre due giorni prima verrà fissato il livello iniziale del titolo. La durata dell’investimento è fissata in tre anni al termine dei quali si potranno presentare due scenari. Prima di osservare nello specifico cosa potrà succedere è doveroso sottolineare che il certificato è emesso, e verrà quotato, in dollari. Pertanto, ritornando al payout finale, al 7 novembre 2013 se Apple si troverà a un livello inferiore allo strike molto semplicemente si subirà la performance negativa realizzata al pari di un investimento diretto. Invece, in caso di rialzo, l’incremento realizzato, fino al limite del cap del 34,5%, verrà riconosciuto con una partecipazione del 200%. Quindi, se il titolo avrà guadagnato il 10% il certificato verrà rimborsato a 120 dollari con un rendimento del 20% sui 100 dollari nominali, mentre se la performance positiva sarà pari al 50% il rimborso si fermerà per effetto del cap a 169 dollari.

In conclusione, questo certificato è indicato per chi ha una visione rialzista sul titolo. Se le aspettative verranno soddisfatte si beneficerà del raddoppio delle performance realizzate da Apple fino al limite del cap. In caso di ribasso i rischi sono equiparabili all’investimento diretto con una partecipazione lineare. Va detto che tutte le opzioni avranno riscontro alla data di scadenza mentre nel durante, la presenza del cap che viene costituito tramite la vendita di un’opzione call, tenderà a contenere la volatilità del certificato. In particolare in caso di un rialzo del titolo nei primi mesi di vita lo strumento potrà non replicare in leva il sottostante. Attenzione poi al rischio cambio, che potrà far differire il rendimento atteso in caso di marcata variazione del rapporto Euro/Dollaro dal momento dell’acquisto ( in sottoscrizione o in quotazione) a quello della vendita, o rimborso. Lo scenario migliore per l’investitore si avrebbe in caso di ribasso del cambio Eur/Usd , attualmente in area 1,375 ai massimi dal 2011.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

Lascia un commento