ATHENA FAST PLUS MI PIACE

  • Print
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • LinkedIn
  • PDF

E’ il secondo certificato di investimento legato al titolo Facebook. In collocamento fino a fine mese presso la rete BNL.  

Il fenomeno dei social network è dilagante, ma nonostante questo l’IPO dell’anno , quella di Facebook, ha lasciato l’amaro in bocca agli azionisti. Collocato infatti a un prezzo di 38 dollari per azione, il titolo ha mantenuto per poco la quota di esordio e quando sono passati solo cinque mesi, viaggia a 19,63 dollari, in ribasso di quasi 50 punti percentuali. Guardando a tali numeri, e soprattutto a quelli che produce la macchina Facebook, l’investimento a questi prezzi appare allettante, ma chi si ricorda quanto accaduto con i titoli della New Economy dal 2001 in poi sicuramente preferirà andarci con i piedi di piombo. In questo senso, può tornare utile una nuova emissione di BNP Paribas, ossia un Athena Fast Plus legato alle performance di Facebook che prevede un’interessante struttura a capitale protetto condizionato con ricco potenziale di rendimento.

Entrando più nel dettaglio, il secondo certificato italiano agganciato al social network di Mark Zuckerberg , in collocamento fino al 31 ottobre prossimo, ha una durata complessiva di tre anni. Questa si potrà ridurre grazie alla presenza delle opzioni autocallable, la prima delle quali è fissata per il 31 ottobre 2013. A questo appuntamento verrà riconosciuta in ogni caso una cedola incondizionata dell’8% a cui si potrà aggiungere il rimborso dei 100 euro nominali se il titolo sarà almeno pari allo strike iniziale. Qualora questo obiettivo venisse mancato, l’investimento proseguirà per un ulteriore anno fino al 31 ottobre 2014, dove il premio sarà vincolato al rimborso anticipato. Tuttavia sarà più semplice arrivare all’asticella che consentirà di ottenere il rimborso di 116 euro, poiché per attivare l’opzione autocallable sarà sufficiente che Facebook dal livello iniziale non abbia perso più del 20%.  Se anche in questa occasione non ci saranno i presupposti per il richiamo anticipato, alla scadenza del 2 novembre 2015 la condizione per ottenere il rimborso a premio sarà ancora più alla portata. In particolare, basterà che il titolo non abbia perso più del 50% per consentire al certificato di restituire un totale di 124 euro. In caso contrario si subiranno interamente le performance negative realizzate dal titolo al pari di un investimento diretto nello stesso.

L’Athena Fast Plus offre un buon profilo di rischio rendimento con un profitto potenziale a scadenza del 10,6% annuo, affiancato da una struttura che di anno in anno agevolerà la riuscita dell’investimento. A scadenza, poi, sarà possibile beneficiare dello scenario migliore, ottenendo il rimborso di 124 euro, a cui vanno ad aggiungersi gli 8 euro percepiti alla prima data intermedia, fino al 50% di ribasso del titolo. Guardando invece ai rischi, rispetto all’investimento diretto nel titolo si deve tenere in considerazione l’ipotesi di mancato guadagno in termini relativi, in virtù del rendimento predeterminato offerto dalla struttura che non consente di partecipare in misura illimitata ad un eventuale rialzo dell’azione.   

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

Lascia un commento