BANCHE CENTRALI PROTAGONISTE SUL FOREX

  • Print
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • LinkedIn
  • PDF

Sarà un fine settimana di fuoco per i mercati finanziari quello che sta per arrivare, con il dato sui payrolls americani che verrà diffuso nella giornata di venerdì, chiamato a confermare una ripresa che ancora non c’è ma che da alcuni dati, tra cui l’ISM manifatturiero, sembra intravedersi, e le vicende europee sempre a tener banco. Il premier spagnolo Rajoy ancora una volta si è affrettato a precisare che il bailout non è imminente, ma i mercati sembrano non credergli ritenendo piuttosto che nel fine settimana potrebbe essere ufficializzata la richiesta, spinta anche dalla minaccia poco velata di Moody’s di tagliare al livello spazzatura il rating di Madrid. D’altro canto la Grecia continua a preoccupare e la cura imposta dalla Troika non sembra aver prodotto gli effetti sperati. In questo contesto il mercato valutario reagisce con vigore alle mosse delle Banche centrali, ribaltando gli scenari e definendo i trend di medio periodo appannaggio dell’euro o delle altre divise internazionali, come ci illustra l’Approfondimento settimanale. In tema di certificati, una valida opportunità di investimento è rappresentata dal Certificato della Settimana, un Bonus sull’indice settoriale delle utilities europee che a 15 mesi dalla scadenza prospetta un potenziale rendimento del 26%, mentre è da leggere con estrema attenzione, per i risvolti didattici e operativi, come dimostrato da una delle “opportunità” individuate dal CedLAB, l’analisi condotta dal Punto Tecnico sui certificati con barriera violata che mantengono il Cap all’interno della loro struttura opzionale. Ricordandovi che saremo presenti come di consueto alla TOL Expo di Borsa Italiana in programma il prossimo 18 e 19 ottobre, vi auguro una buona lettura!

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

Lascia un commento