E LA CURVA S’INCLINO’

  • Print
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • LinkedIn
  • PDF

Le strategie di politica monetaria della BCE riaccendono i riflettori sulle Steepener

Come preannunciato da alcuni rumors, al meeting della BCE della scorsa ottava, il Presidente Draghi ha dichiarato che verrà predisposto un programma di acquisto sui mercati secondari a sostegno dell’Eurozona. In particolare il programma, che rientra nello statuto BCE sotto il nome di OMT (Outright Monetary Transaction), prevede acquisti illimitati di titoli governativi sulla curva fino a 3 anni, a condizione che gli Stati mantengano gli impegni presi. Tale manovra è l’ennesimo tentativo di mettere un freno alla speculazione e di dar fiato agli spread, agendo su una parte specifica della curva non assimilabile ad un finanziamento diretto ai singoli Stati. A seguito di tale annuncio, come era prevedibile, la parte della curva che ha ovviamente beneficiato è stata proprio quella compresa tra 6 mesi e 3 anni, accentuando un trend tuttavia già in atto da circa un mese. Doveroso a tal proposito andare ad analizzare, numeri alla mano, i grafici delle principali curve per vedere proprio la variazione nel tempo dei rendimenti mettendo in luce dove si sono registrati i maggiori movimenti. Sia l’Euro Swap Curve che, più nel dettaglio, la curva dei titoli di Stato italiani, presentano proprio su tale parte della curva a termine i maggiori movimenti correttivi in termine di rendimento. Ciò che si è andato quindi a delineare si chiama in gergo tecnico Steepening e rappresenta il processo con cui una curva tende ad impennarsi aumentando il differenziale di rendimento tra la parte a breve e la parte a lungo termine. In tale contesto, pertanto, vista la mano forte della BCE sulla parte a breve termine, ci potremmo attendere che tale inclinazione sia destinata a salire o quantomeno a mantenersi stabile nel tempo. Ecco pertanto che tornano in auge le obbligazioni Steepener.

OBBLIGAZIONI STEEPENER

Un’obbligazione Steepener è un titolo  che scommette sull’irripidimento della curva dei tassi: chi compra questi titoli è convinto che i tassi a lungo periodo aumenteranno ed in misura maggiore di quelli a breve periodo. Le strutture più comuni legano la cedola al differenziale fra un tasso a lungo periodo e un tasso a breve periodo, in genere moltiplicato per una costante. Ad esempio, ogni cedola può pagare 5 volte la differenza fra il tasso spot a 10 anni e il tasso spot a 2 anni. Da un punto di vista tecnico, si parla di tasso CMS a 10 e 2 anni, dove CMS significa Constant Maturity Swap ed indica che ogni anno vengono osservati il tasso swap con scadenza fissa 2 anni e 10 anni; il passare del tempo, quindi, non ha influenza sul parametro cui è legata la determinazione della cedola. Nelle Steepener, quindi, la cedola sarà  più ricca quando la curva sarà molto ripida, cioè quando la differenza fra i tassi a lungo periodo e quelli a breve sarà più elevata; gli scenari che penalizzano l’investitore sono quelli in cui la curva è poco ripida o piatta, o addirittura quando la curva ha una pendenza negativa, scenario non così raro come può sembrare e che ha contraddistinto molte delle curve dei periferici durante i momenti più neri della crisi e che più in generale caratterizza di norma le fasi recessive del ciclo.

LE STEEPENER TARGATE RBS

Tra la vasta gamma di obbligazioni targate RBS, se ne contano due di tipo Steepener emesse nel corso del 2010. Si tratta, in particolare, della Royal 8% Steepener (Isin NL0009483833 e scadenza 22/06/2020) ela Royal Steep2017 ( Isin NL0009560028 e scadenza 30/09/2017). Nello specifico, con tali obbligazioni, è possibile scommettere sull’irripidimento della curva, ovvero sull’allargamento dello spread tra tassi a lungo e breve termine. Per tali obbligazioni, il flusso cedolare è legato al differenziale tra i Constant Maturity Swap (CMS) a 10 e a 2 anni, dove questi rappresentano il valore del tasso euro swap con scadenza rispettivamente a 10 e 2 anni. Per quanto già affermato in precedenza circa la mano invisibile della BCE sui tassi a breve, tale conformazione può perdurare per diverso tempo, sebbene il trend in atto dai minimi di inizio giugno abbia già portato lo spread tra il CMS a 10 anni e quello a 2 da quota 0,77% agli attuali 1,317%. Basandosi sulle aspettative future circa l’andamento dei tassi, guardando agli attuali livelli di prezzo, i 95,19 euro della Royal 8% Steepener valgono un rendimento potenziale a scadenza pari al 3,944% lordo, mentre i 102,01 euro della Royal Steep 2017 consentono oggi di avere accesso ad un rendimento potenziale lordo del 3,644% su base annua.

 

 

 

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

Lascia un commento