È uscito il Certificate Journal n.769

  • Print
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • LinkedIn
  • PDF

Per il segmento dei certificati di investimento il 2022 si sta rivelando un anno a due velocità. Nei primi mesi si è assistito ad una frenata delle emissioni a seguito delle incertezze portate dal conflitto bellico tra Russia e Ucraina, ma la successiva ripresa conferma che questi strumenti stanno conquistando fette di mercato sempre maggiori. In particolare, guardando ai dati del primario pubblicati da Acepi, che mostrano i risultati dell’attività degli emittenti al 30 settembre, il 2022 è già avviato ad essere il secondo anno migliore di sempre. I 12,157 miliardi di collocato nei primi nove mesi dell’anno sfiorano la quota dei 12,615 miliardi realizzati nell’intero 2020 e se nell’ultimo trimestre gli emittenti dovessero riconfermare i 4,475 miliardi del terzo, il record di 17,165 del 2019 non sarebbe troppo distante. Una crescita del primario che sta spingendo di riflesso anche le nuove emissioni in direct listing, che dopo aver rallentato il passo nel secondo trimestre, hanno ripreso a buon ritmo in quello successivo superando proprio in questi giorni quota 4000 unità. Un successo dovuto alla flessibilità che caratterizza questi strumenti e alla capacità degli emittenti di rispondere in tempi molto rapidi ai cambiamenti di mercato lanciando nuove proposte sempre in linea con le aspettative degli investitori.
Rientrano in questo ambito i certificati Callable di cui abbiamo ampiamente parlato la scorsa settimana, studiati per investitori che vogliono massimizzare i rendimenti limitando il rischio, se così si può definire, del rimborso prima della scadenza. Un approccio totalmente opposto a quello degli Autocallable, soprattutto nella versione step down, con i quali si punta ad ottenere il rendimento nel più breve tempo possibile e a riavere la disponibilità del capitale per poter sfruttare nuove opportunità. Due diverse visioni che possono essere soddisfatte grazie proprio all’ampio ventaglio di strumenti disponibili sul mercato a cui si aggiunge quella della gestione ottimale dello zainetto fiscale. Un tema caldo in questo periodo che abbiamo affrontato mettendo sotto la lente una serie di Maxi Coupon che possono tornare utili allo scopo, che verrà ulteriormente approfondito giovedì 17 novembre in uno speciale appuntamento CEDLIVE con Pierpaolo Scandurra e Giovanni Picone.

Se vuoi continuare a leggere l’articolo vai sul CJ n.769

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

Lascia un commento