Welcome coupon by Leonteq

  • Print
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • LinkedIn
  • PDF

Da Leonteq un nuovo Phoenix Memory Maxi Coupon con un premio del 17% a dicembre

L’industria continua a giocare con il bilancino delle leve e il risultato per l’investitore continua ad essere positivo soprattutto quando c’è in gioco anche l’efficienza fiscale. In questo senso Leonteq, emittente tra le più attive del segmento, ha emesso un nuovo Phoenix Memory Maxi Coupon (Isin CH1139073170) con caratteristiche peculiari che si sposano all’interno di una proposta senza dubbio mediamente aggressiva, sebbene il rischio sia assolutamente gestito dalle differenti opzioni accessorie presenti in struttura.

Andiamo per gradi. Il nome commerciale da solo fa comprendere come si tratti di una emissione nata con lo scopo di mettere in evidenza l’efficienza fiscale che ruota attorno agli Investment. Il Welcome coupon, così definito da Leonteq, è del 17% e verrà, esso in pagamento se alla data di osservazione del 15 dicembre i titoli saranno almeno pari al 35% del loro valore iniziale.

Carta d’identità

Un trigger certamente accomodante che non fa pesare l’assenza dell’effetto memoria su questo primo premio. Dopo il primo appuntamento, la proposta va avanti con le sole cedole trimestrali di importo pari all’1% con trigger all’80%, quindi più alto, ma dotate di effetto memoria. L’opzione autocallable entra in struttura solamente dopo un anno quindi dal 6 ottobre 2022 ma nella classica conformazione Step Down. Infatti, a partire dal 100% dello strike iniziale richiesto per le prime tre rilevazioni ovvero ottobre 2022, gennaio 2023 e aprile 2023, si scenderà al 95% e successivamente del 5% in meno ogni 3 rilevazioni, quindi ogni 9 mesi.
Chiude il quadro la barriera capitale valida solo alla scadenza quadriennale e fissata al 60%. Non abbiamo fin ora parlato del basket che è composto da
titoli facenti parte del settore dell’automotive con le classiche Stellantis e Ford insieme a Tesla, che con le sue caratteristiche implicite aiuta l’emittente alla strutturazione di una proposta interessante sia per chi volesse sfruttare il maxi premio iniziale, per aggredire lo zainetto fiscale, sia per chi volesse puntare al settore in ottica di diversificazione ovvero per sfruttare tale strumento in ottica proprio di investimento a medio termine. Con tutti i certificati sopra strike in media del 5%, il certificato si acquista oggi con un premio dell’1,7% sul nominale.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

Lascia un commento