È uscito il Certificate Journal n.682

  • Print
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • LinkedIn
  • PDF

web537_300x350

Dopo qualche giorno di assestamento dopo i corposi rialzi della seconda metà del 2020, nel nuovo anno i mercati si sono scrollati di dosso le incertezze legate alle elezioni americane e approfittando della ripresa del petrolio, hanno continuato a spingere sull’acceleratore segnando nuovi massimi di periodo. Tuttavia, nel più classico dei “sell on news” , l’approvazione del nuovo piano di stimoli da parte del nuovo Governo Biden ha scatenato nell’ultima seduta della settimana corpose prese di beneficio che hanno colpito in particolare il settore petrolifero ma più in generale i listini in maniera trasversale. La ricerca di temi differenti su cui investire potrebbe terminare, per molti investitori, con lo studio di una nuova serie di Memory Cash Collect che Unicredit ha quotato per offrire un ventaglio di soluzioni legate ai trend di tendenza. Tra questi i giganti dell’e-commerce mondiale come Amazon ed Ebay a cui si affiancano i colossi cinesi Baidu e Alibaba, entrambi liberi dai rischi di ban dopo il via libera da parte del board del NYSE in relazione alla Direttiva voluta da Trump che ha colpito i titoli cinesi che hanno più legami con l’apparato militare. Non poteva mancare un’emissione sui titoli farmaceutici, in particolare sulle due fabbriche del vaccino Moderna e Pfizer, a cui ha guardato anche BNP Paribas con l’emissione e quotazione di una serie di nuovi Turbo Unlimited caratterizzati da leva variabile. Non solo novità a livello di sottostanti ma anche di strutture: questa settimana siamo andati ad osservare da vicino un Phoenix Memory Click On di SocGen legato a un paniere di titoli petroliferi che proprio in virtù delle peculiarità della struttura potrebbe rappresentare un best entry all’interno di un portafoglio in certificati. La settimana che ci aspetta è ricca di eventi e si aprirà con il debutto sul mercato di Stellantis, che nasce dalla fusione tra FCA e PSA e che ha causato una serie di rettifiche a catena, prima per il pagamento del dividendo straordinario FCA e poi per il delisting. Ma da non perdere è l’appuntamento con gli Italian Certificate Awards 2020 che si terranno mercoledì 20 gennaio. In linea con le disposizioni del momento l’evento, per la prima volta, sarà interamente on line e si sdoppierà, proponendo un’anteprima mattutina aperta a chiunque voglia partecipare, con ospiti e relatori di eccezione che porteranno il loro contributo sul tema dei certificati, prima della premiazione del pomeriggio.

Se vuoi continuare a leggere l’articolo vai sul CJ n.682

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

Lascia un commento