È uscito il Certificate Journal n.652

  • Print
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • LinkedIn
  • PDF

Dopo aver fatto i conti con un’emergenza sanitaria senza precedenti, in tutto il mondo si tirano le somme dei danni causati alle economie. Negli Stati Uniti nel mese di aprile 20,5 milioni di persone hanno perso il lavoro portando il tasso di disoccupazione al 14,7%, un livello che non si vedeva dai tempi della Grande Depressione. Proprio per contenere gli effetti a livello economico, governi e imprese scalpitano per tornare alla normalità. Tuttavia, non si può correre, poiché molte società non sarebbero in grado di resistere a un nuovo lockdown nonostante le corpose iniezioni di liquidità e i sostegni. Paure queste che hanno fermato il recupero dei mercati azionari sui quali sta tornando ad affacciarsi un certo nervosismo. In questo contesto BNP Paribas, prova a sfruttare le potenzialità dei certificati di investimento lanciando sul mercato una nuova serie di Cash Collect Airbag, certificati dotati di un paracadute che hanno già dimostrato di rappresentare una valida risposta ai mercati volatili. In particolare, siamo andati ad analizzare e spiegare la formula esclusiva che l’emittente francese propone per ridurre l’impatto di un andamento negativo del sottostante. Sempre sfruttando il momentum di mercato, in negoziazione è possibile scovare alcune interessanti emissioni come un Phoenix Memory su FTSE Mib che sul piatto mette un rendimento su base annua del 12% a fronte di una barriera posta a 12573 punti, a ridosso dei minimi del 2012. Tra i singoli temi che continuano ad appassionare gli investitori, Tesla con Elon Musk, genio visionario nonché fondatore della casa automobilistica, che con le sue dichiarazioni fa schizzare la volatilità sul titolo. Quale miglior strumento per cavalcarla dei certificati a Leva disponibili sul mercato italiano. Riparte anche la formazione e più in particolare i Corsi Acepi che per l’emergenza sanitaria dal 18 maggio sbarcano on line e consentono ugualmente di ottenere i crediti formativi EFA, EFP, EIP e EIP CF .

Se vuoi continuare a leggere l’articolo vai sul CJ n.652

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

Lascia una risposta