IDEE DAL CEDLAB

  • Print
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • LinkedIn
  • PDF

Si avvia a conclusione un 2013 positivo per i mercati azionari e per il CedLAB, con un trackrecord di 35 operazioni per un rendimento aggregato del 62%

Se per i mercati azionari l’anno che sta per concludersi è stato globalmente positivo, sul fronte delle economie i segnali di ripresa sono poco omogenei e in alcuni casi solo accennati. Tuttavia se è vero che i mercati tendono ad anticipare i dati macroeconomici, si potrebbe assistere a un 2014 caratterizzato da un’intonazione ancora positiva, questa volta accompagnata anche dall’economia reale.

E così quando oramai mancano una manciata di sedute alla fine dell’anno borsistico scopriamo che tra i maggiori indici mondiali su cui è stato possibile investire con i certificati, il primo posto spetta all’indice nipponico Nikkei 225 con un 46,98% di rialzo, seguito a distanza dall’S&P 500 in progresso del 25,27%. Per trovare il nostro FTSE Mib bisogna scendere in classifica fino all’11,47%. I buoni risultati ottenuti sono frutto di un rialzo realizzato per la maggior parte da settembre, che ha portato di riflesso al successo anche molti strumenti tra i certificati di investimento. Infatti, scorrendo la lista di quelli giunti alla scadenza naturale nell’ultimo trimestre, si contano sulle dita di una mano quelli rimborsati con un importo inferiore al valore di emissione, nonostante in più di un caso la barriera fosse stata violata, e anche sul fronte dei rimborsi anticipati il bilancio è ampiamente positivo.

Anche per il CedLAB è tempo di bilanci e dai risultati ottenuti si può dire che il 2013 è stato l’anno delle conferme. Infatti, dopo il 52,74% realizzato nel 2012, anno del lancio del CedLAB, quest’anno si sta per chiudere con un profitto complessivo del 62,06%. Snocciolando i dati sono state 35 le operazioni segnalate e chiuse con una durata media ad operazione di 19 giorni e un rendimento medio ad operazione dell’1,84%.

Tra le operazioni non ancora concluse si segnala l’Autocallable Step Plus di Aletti sul FTSE Mib, avente Isin IT0004678816, che giungerà il 7 febbraio 2014 alla sua naturale scadenza. Segnalato a un prezzo di 91,65 euro, questo certificato rimborserà alla scadenza i 100 euro maggiorati di una cedola Plus del 7%, per un totale di 107 euro, se l’indice sarà almeno pari al livello barriera posto a 14816,76 punti. Il rendimento  potrebbe tuttavia salire vertiginosamente, in virtù di un rimborso a 121 euro, se il FTSE Mib riuscisse a riagguantare i  22795,01 punti dello strike. Per chi non volesse aspettare ulteriormente è però possibile chiudere la posizione, portando a casa il 14,89% con la vendita sul denaro a un prezzo di 105,3 euro.

Con la promessa di provare a fare altrettanto bene anche nel 2014, lo Staff del CedLAB augura ai suoi utenti e ai lettori del Certificate Journal di trascorrere un sereno Natale e un buon 2014!

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

Lascia un commento