EUROSTOXX DOPPIO BINARIO

  • Print
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • LinkedIn
  • PDF

Meno di un anno e mezzo alla scadenza e due date per il rimborso intermedio. L’Express Coupon di RBS premia fino ad un ribasso del 28,64% del sottostante.

Le rassicurazioni sul possibile raggiungimento di un accordo negli Stati Uniti che allontani l’incubo Fiscal Cliff ha fatto iniziare la settimana delle borse europee con il segno verde acceso. L’indice delle 50 principali blue chip dell’area euro ha recuperato in una sola seduta circa il 3%, in linea con il rimbalzo medio delle piazze finanziarie europee. Tuttavia, i dati che arrivano dalle società del Vecchio Continente sono piuttosto contrastanti: secondo Reuters, infatti, il 43% dei risultati trimestrali pubblicati si sono rivelati inferiori al consensus degli analisti. A pesare sui dati intermedi della società, così come sulla crescita attesa degli utili, non solo la Grecia ma anche un mercato del credito ancora rischioso. Inoltre l’ottimismo indotto dal congresso statunitense che ha tranquillizzato i mercati nel brevissimo termine, in caso di annuncio del piano fiscale, sposterà plausibilmente l’interesse degli investitori sul più attrattivo mercato d’Oltreoceano, determinando un nuovo flusso in uscita dalle piazze europee ancora avvolte dall’incertezza.

Quali certificati monitorare in un clima d’attesa? L’Express Coupon di RBS identificato da codice Isin GB00B7CXL243, si rivela un interessante strumento a tale proposito. Per quanto riguarda la struttura, rilevato uno strike a 2512,11 punti, alla scadenza del 21 febbraio 2014 il certificato riconoscerà un importo pari al nominale di 1000 euro maggiorato di un premio del 12,75% qualora il prezzo di chiusura del sottostante sia non inferiore a quello iniziale. In caso contrario, sarà sufficiente la tenuta a scadenza della barriera, posta a 1758,477 punti, affinché venga garantito non solo il nominale ma anche un premio del 3% al lordo degli oneri fiscali. L’evento knock out determinerà invece una perdita equivalente alla performance effettiva dell’indice rispetto allo strike. La struttura dell’Express Coupon prevede inoltre due finestre semestrali per il rimborso anticipato: il 28 febbraio e 28 agosto 2013, sarà necessario che il prezzo di chiusura dell’Eurostoxx 50 sia non inferiore ai 2512,11 punti strike per ottenere il nominale maggiorato di un coupon rispettivamente pari al 4,25% e all’ 8,5% del nominale.

Passando all’osservazione del book, a fronte di un margine dal trigger pari all’1,94%, il certificato è esposto in lettera sul Sedex a 997,65 euro. Sarebbe quindi sufficiente un modesto apprezzamento dell’indice rispetto ai 2464 punti correnti per ottenere già tra poco più di tre mesi il rimborso anticipato, con un rendimento su base annua del 17,22%. Alle condizioni correnti di mercato, l’indicatore CED|Probability segnala una probabilità su due che l’investimento termini già il prossimo febbraio.

Se l’intonazione ribassista di fondo del mercato, dopo il 25,4% di rally tra il minimo di giugno e il massimo di settembre, continuasse però a spingere l’indice verso i livelli pre-bottom, guardando al semestre successivo l’evento trigger determinerebbe un rendimento dell’11,48% su base annua. Qualora si arrivasse invece alla scadenza, per valori dell’Eurostoxx 50 superiori a quello strike, il nominale maggiorato del premio darebbe un rendimento su base annua pari al 10,22%. In caso di mancato evento ma di tenuta della barriera, il riconoscimento di un coupon del 3% lascerebbe spazio ad un rendimento su base annua del 2,57%. Una chiusura al di sotto determinerebbe infine un rimborso massimo pari a 700 euro per certificato. In base all’indicatore CED|Probability, tenuto conto di un dividend yield del 4% e delle condizioni correnti di mercato, la probabilità di rottura della barriera è tuttavia limitata al 12,8%.

Passando ad analizzare l’operatività lungo la durata residua, si osserva come, in virtù della barriera valida unicamente a scadenza e della frequenza delle date autocallable dal premio fissato all’emissione, il pricing del certificato mostri una volatilità inferiore rispetto al sottostante, ammortizzando tanto le fasi ribassiste quanto quelle rialziste.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

Lascia un commento