IL SEDEX SI FA IN DUE

  • Print
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • LinkedIn
  • PDF

Primario nel secondario 2.0. Dopo il MOT anche il SEDEX, il segmento di Borsa Italiana dedicato alla negoziazione di certificates e covered warrant, apre al modello OPV.

 

In principio fu il MOT. Al fine di venire incontro alle esigenze del Tesoro di diversificare le fonti di finanziamento,  il 26 marzo 2012 è stato offerto il primo BTP Italia direttamente agli investitori privati tramite Millennium Exchange, la piattaforma di trading di Borsa Italiana. Il successo inaspettato del collocamento ha così gettato le basi per aprire anche agli altri operatori del mercato retail telematico di obbligazioni la possibilità di affidare una veste paperless alle proprie emissioni. Opportunità concessa ora anche ai protagonisti del mercato SeDeX che a partire dallo scorso 3 giugno possono utilizzare lo stesso servizio per la distribuzione di certificates e altri derivati cartolarizzati.

CHE COS’E’ UN OFFERTA DI PUBBLICA VENDITA SULLA PIATTAFORMA SeDeX?

Con la nuova procedura s’intende offrire la possibilità agli emittenti di collocare i propri titoli attraverso il mercato regolamentato prima ancora dell’emissione. A metà tra mercato primario e mercato secondario, l’istruttoria che accompagna l’emittente dal collocamento alla quotazione all’interno di SeDeX ricalca le modalità in uso per il BTP Italia ( Art. 2.4.3. comma 7, del Regolamento dei Mercati organizzati e gestiti da Borsa Italiana). Vediamo nel dettaglio la procedura:

Ammissione a quotazione  L’ammissione segue i caratteri generali di verifica dei requisiti dell’emittente e degli strumenti finanziari, con efficacia dall’avvio del periodo di distribuzionee definitiva solo alla fine del periodo di distribuzione, condizionata al buon fine della vendita.

Fase vendita I partecipanti al mercato possono acquistare gli strumenti finanziari di futura emissione dal  primo giorno del periodo di offerta e per tutto il periodo di distribuzione. L’emittente stabilisce il prezzo di vendita, la data di emissione e di regolamento titoli. Gli investitori in questa fase possono acquistare titoli non solo mediante i canali tradizionali (recandosi in filiale e compilando il modulo di adesione) ma anche mediante un broker online.

Quotazione Successivamente al regolamento dei contratti, Borsa Italiana avvia la fase di negoziazione sul secondario.

IL PASSO SUCCESSIVO AL DIRECT  LISTING

La maggiore capacità di penetrazione al pubblico degli investitori grazie all’accesso all’intera rete di intermediari ed operatori, rappresenta dal lato emittente uno dei maggiori vantaggi rispetto alla distribuzione classica. La certezza di quotazione su un mercato regolamentato rappresenta inoltre non solo per l’investitore ma anche per lo stesso emittente un notevole punto di forza della nuova procedura, consentendo non solo di restringere notevolmente i tempi di attesa quotazione ma anche di avere la certezza ad ogni fase del processo di avere i requisiti necessari per portare il prodotto in negoziazione. Analogamente a quanto già osservato sul collocamento dei quattro BTP Italia, dall’offerta diretta consegue infine che l’ammontare emesso sarà effettivamente quello realmente acquistato dagli investitori, ponendosi quindi come evoluzione del direct listing , ovvero della quotazione diretta sul secondario dei prodotti, già diffusa su SeDeX per le tipologie di strumenti più standardizzati e trasparenti in termini di funzionamento.

I VANTAGGI DELLA TRASPARENZA

SeDeX a portata di un click. Garanzia di quotazione, riduzione dei costi di commissione e semplificazione dell’accesso al mercato, fanno del modello OPV  una modalità premiante anche per l’investitore privato. L’adesione all’offerta dalla propria piattaforma di broker online al prezzo di vendita dell’operatore dedicato,  consente infatti di assicurarsi un posto in prima fila sul mercato secondario, riducendo notevolmente le tempistiche relative non solo all’ingresso in quotazione, non sempre assicurato, ma anche al processo di acquisto. Sia per l’investitore retail più attivo nella sua gestione sia per chi avesse un’ottica di mantenimento del prodotto fino a scadenza e quindi meno sensibile alla rispettiva liquidità, il canale diretto con la piattaforma di Borsa Italiana consente infine un notevole risparmio in termini di costi di commissione.

App327

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

Lascia un commento