CEDLAB SCALDA I MOTORI

  • Print
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • LinkedIn
  • PDF

I mercati in piena crisi allontanano gli investitori dall’azionario. Ma sono tante le occasioni che possono essere colte riuscendo a tenere sotto controllo l’intero mercato dei certificati. Il CedLAB nasce per questo, e non solo..

Quante volte vi sarete chiesti in questi anni qual è il certificato Bonus con il maggior potenziale di rendimento coniugato con la minore probabilità di rottura della barriera, tra le centinaia di emissioni quotate sul Sedex di Borsa Italiana; o qual è il certificato a capitale protetto incondizionato con il miglior rendimento annualizzato, ideale ad esempio per compensare le minusvalenze accantonate, tra i tanti quotati in Borsa Italiana o sul Cert-X di EuroTLX; o ancora quali sono i prossimi appuntamenti rilevanti della miriade di certificati Express, quelli con opzioni di rimborso anticipato. Per non parlare poi di quante volte sarete stati protagonisti involontari di un evento barriera che non eravate stati in grado di monitorare con frequenza giornaliera o delle volte in cui avete scoperto solo dopo, anziché prima, che un certificato era in grado di regalare un corposo rendimento con rischi molto contenuti. A tutte queste domande, e a tante altre dello stesso tenore, finora non è stato possibile dare una risposta precisa e puntuale, se non facendo riferimento ad una selezione di tabelle di analisi dinamica proposte sul sito web di certificatiederivati.it o impostando dei fogli di ricerca e analisi da aggiornare quotidianamente con notevole dispendio di tempo e energia. Con l’obiettivo di fornire un livello di profondità di analisi del mercato secondario senza pari, Certificati e Derivati ha presentato all’Italian Trading Forum di Rimini la prima piattaforma analitica dedicata ai promotori e consulenti finanziari e a quanti utilizzano i certificati per i propri investimenti. Il CedLAB, un vero e proprio laboratorio dei certificati, si presenta con una veste grafica semplice e di facile lettura, offrendo all’utente una incredibile varietà di servizi che nel tempo si riveleranno essenziali per l’operatività sul mercato secondario. Basti pensare che già da diverso tempo, il Certificate Journal trae ispirazione dal CedLAB per proporre ai propri lettori le situazioni più promettenti descritte all’interno della rubrica del Certificato della Settimana, e che le migliori opportunità di breve termine segnalate sui forum finanziari sono nate proprio dalle pagine del CedLAB.

A quanti sono intervenuti all’ITF dello scorso 17 e 18 maggio è stata data l’opportunità di navigare all’interno degli ambienti del CedLAB, per toccare con mano le potenzialità della piattaforma e scoprire quanto sarà semplice da ora in avanti muoversi nella giungla dei certificati di investimento e degli oltre 320 sottostanti, raggiungibili attraverso il motore di ricerca avanzata. Il Certificate Journal ha scelto oggi di accompagnare i propri lettori alla scoperta delle principali funzionalità del CedLAB, partendo dalla ricca home page.

HOME PAGE: TUTTI I CERTIFICATI ON TOPIC

Il nostro viaggio inizia dalla pagina principale. La homepage infatti non solo riassume tutte le funzionalità di CedLAB,  ma offre i più interessanti spunti operativi all’interno di sei macrocategorie predeterminate. Nello specifico, nella tabella SOTTO 100, particolarmente cara ai fedeli del sito certificatiederivati.it, sono ordinati in base al rendimento annuo, quei certificati a capitale protetto scambiati al di sotto della parità.  Seguono poi le tabelle dedicate rispettivamente ai BONUS con barriera valida unicamente a scadenza e con barriera valida in continua. In esse, non si troverà l’elenco statico delle proposte disponibili sul mercato italiano, ma si avrà la possibilità di visualizzare l’ordine in base a differenti criteri quali l’upside potenziale o la probabilità di mancato evento knock out a scadenza. Dedicata a chi fosse alla ricerca di spunti operativi affiancati da un’idonea copertura, la tabella SCONTI mostra i certificati a replica lineare del sottostante a scadenza, con un maggior buffer tra la quotazione corrente e il rimborso teorico. Focus sui certificati dotati di opzioni Autocallable per la tabella NEXT VALUATION DATE dove vengono visualizzati tutti gli strumenti con rilevazione più prossima per il rimborso anticipato o il pagamento di una cedola. La tabella BENCHMARK risponde invece all’esigenza degli investitori che, alla ricerca di certificati a replica del sottostante, vogliano ampliare la scelta anche a quei certificati che pur originariamente di altra categoria, in virtù di un evento barriera siano di fatto divenuti Benchmark. Il criterio di inserimento in tabella è lo sconto che osservano sulla lettera rispetto alla replica lineare del sottostante, senza tenere conto dei dividendi residui.

 


CALENDARIO, WATCHLIST, PORTAFOGLIO: CEDLAB FAI DA TE

 Benchè CedLAB si presenti come piattaforma non operativa, è possibile sfruttare tutte le informazioni in esso contenute per creare una propria lista titoli o simularne l’acquisto creando un ipotetico portafoglio. Proseguendo il viaggio dalla HomePage, nella sezione WATCHLIST possono essere inseriti tutti i certificati da tenere sotto osservazione tramite la creazione di una o più liste titoli ordinate secondo la variazione percentuale del prezzo di riferimento rispetto alla giornata precedente. Sarà così possibile tenere sotto osservazione in un unico monitor tutti i Bonus scritti sul FTSE Mib con barriera sotto i 9000 punti, individuati attraverso l’opzione ricerca avanzata, o selezionare in una seconda watchlist i certificati a sconto maggiormente appetibili esportandoli direttamente dalla tabella SCONTI presente in homepage. La sezione PORTAFOGLIO invece, simulando in toto l’acquisto del certificato, oltre alla variazione giornaliera riporta il Profit & Loss osservato, tanto in termini percentuali quanto assoluti, sia per l’intera posizione che per ciascun certificato inserito in lista, offrendo così la possibilità a chi non fosse ancora esperto in certificati di testare in via semplificata interessanti misure di diversificazione del rischio o opportunità di rendimento. La funzione CALENDARIO si rivela molto utile per non perdere di vista nessun appuntamento ( emissione, rilevamento strike, rilevazione anticipata, scadenza…), riguardante tutti i certificati circolanti sul mercato italiano o solamente quelli per cui è stata creata una watchlist o un portafoglio. Proposto sotto forma di agenda, è uno dei tanti fiori all’occhiello del CedLAB.

OPPORTUNITA’ REAL TIME E ALERT BARRIER: IL VALORE AGGIUNTO

Tra i servizi principali, la BACHECA AVVISI racchiude tutte le comunicazioni che il CedLAB genera al di fuori delle analisi dinamiche proposte quotidianamente. Gli avvisi possono essere di tre tipi: ALERT BARRIERA, per avvisare con notifiche mail dell’incrementato rischio di rottura della barriera, su due differenti soglie di prezzo, per i certificati inseriti in watchlist o portafoglio; EVENTO BARRIERA, per notificare l’avvenuta rottura; OPPORTUNITA’, per segnalare situazioni interessanti in termini di profilo rischio rendimento. relativi ai certificati a rischio evento knock out presenti in una delle liste titoli create. La pubblicazione delle notifiche sulla piattaforma, via mail o sms, facilitano un’operatività di tipo tempestivo come nel caso dell’avviso OPPORTUNITA’ sul Bonus sul FTSE Mib dello scorso 24 aprile. La segnalazione, avvenuta l’ultimo giorno di negoziazione utile, di un rendimento potenziale a sei giorni dello 0,725% conseguibile in caso di mancata violazione nei tre giorni rimanenti alla scadenza di una barriera posta al 18% di distanza dai valori correnti del FTSE Mib, ha determinato un rendimento annualizzato sul trade pari al 44%.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

Lascia un commento