E’ uscito il Certificate Journal n.608

  • Print
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • LinkedIn
  • PDF

Il matrimonio dell’anno nel settore auto, che avrebbe portato alla creazione del primo gruppo automobilistico mondiale per un merger da oltre 30 miliardi di dollari, è saltato ancor prima di arrivare sull’altare. L’annuncio di un’offerta ufficiale da parte del Cda di FCA su Renault arrivato lo scorso fine settimana aveva messo le ali ai due titoli coinvolti, con un’apertura record in rialzo del 20% per le azioni del gruppo FCA, poi ridimensionata nel corso della giornata, mentre il ritiro arrivato a sorpresa prima dell’apertura delle contrattazioni di inizio settimana non ha provocato isterismi, con una frazionale correzione. I tanti dubbi sull’operazione di fusione sollevati dai giapponesi della Nissan, diretta interessata assieme al governo francese, che hanno costretto il Cda a una doppia interminabile seduta, hanno indotto i vertici di FCA a tornare sui propri passi. Questo matrimonio non s’ha da fare e cosi sui promessi sposi si sono aperte delle opportunità di investimento a breve e medio termine nel segmento dei certificati con cedola o con Bonus. L’Approfondimento di questa settimana è dedicato alla cronaca di una separazione a tempo record mentre a una storia di recente successo, ossia alla quotazione dei nuovi Stock Bonus, è rivolta l’attenzione del Certificato della Settimana. Dopo il lancio avvenuto due settimane fa dei primi Stock Bonus su titoli azionari, nelle ultime ore sono piovuti in contrattazione sul secondario ben 111 nuovi certificati dal profilo classico dei Bonus Cap, con elevata reattività dei prezzi, su titoli e indici azionari. Proprio a due Stock Bonus di breve scadenza e elevate potenzialità di rendimento, legati al FTSE Mib, è dedicato il Focus settimanale. Altro tema bollente è quello dell’economia italiana e dell’infrazione arrivata dall’Unione Europea che ha messo nuovamente sotto pressione lo spread tra BTP e Bund. Timori che si stanno riflettendo sulle quotazioni dei titoli bancari che in alcuni casi hanno sfondato i minimi annuali. E’ il caso di Intesa Sanpaolo sulla quale abbiamo analizzato l’offerta di Certificati leverage che possono tornare utili sia in termini di copertura che eventualmente per sfruttare un rimbalzo. Spazio infine al calendario dei tanti appuntamenti ancora in programma per la formazione gratuita sui certificati: al prossimo ITF di Rimini saranno 6 gli eventi formativi a cui parteciperò personalmente, per un percorso ideale tutto da seguire attraverso le tante strutture e opportunità offerte dal segmento. Vi aspetto!

Se vuoi continuare a leggere l’articolo vai sul CJ n.608

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

Lascia una risposta