E’ uscito il Certificate Journal n.614

  • Print
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • LinkedIn
  • PDF

Mentre ci avviamo verso la pausa estiva si iniziano a tirare le somme di questa prima parte dell’anno. Il segmento dei certificati sta crescendo a ritmi sostenuti, come dimostrano i dati record pubblicati da Acepi e i quasi 1500 nuovi Investment quotati nel solo primo semestre dell’anno. Una rivoluzione guidata da consulenti finanziari e Financial Advisor che hanno trovato in questi strumenti un modo per efficientare i portafogli e dare una risposta a diverse esigenze degli investitori. A far da padrone sono l’estrema flessibilità, la facilità di negoziazione e la quanto mai importante efficienza fiscale sulla quale diversi emittenti hanno deciso di puntare. Tra questi rientra ora anche Unicredit, che ha lanciato sul mercato una serie di nuovi Cash Collect Maxi Cedola, con il maxi premio che verrà pagato a dicembre senza alcuna condizione. Nelle prossime pagine potrete trovare un ricco approfondimento su questi nuovi strumenti. Diversificazione è un altro di quei termini che particolarmente si addice ai certificati con oramai circa 500 sottostanti investibili. Questa settimana la novità arriva dal segmento leverage con la quotazione di nuovi Leva Fissa legati a Uber una delle società più discusse negli ultimi anni. E si chiude con la strategia che racchiude la vera essenza dei certificati. Nessun altro strumento offre una moltitudine di scenari e di combinazioni di investimento. Tra le più richieste, visto il contesto dei mercati finanziari, la possibilità di trarre profitto anche in caso di ribasso dei mercati o più propriamente, in caso di non eccessivo rialzo dei sottostanti. Una possibilità offerta dai Phoenix Memory Reverse di cui l’ultima emissione di Leonteq legata a Tesla e Netflix ne è un chiaro esempio.

Se vuoi continuare a leggere l’articolo vai sul CJ n.614

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

Lascia una risposta