E’ uscito il Certificate Journal n.568

  • Print
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • LinkedIn
  • PDF

Con le sue dichiarazioni preannunciate dagli immancabili tweet, il Presidente Donald Trump non sembra essere un esperto di diplomazia, tantomeno amante del politically correct. Dopo aver minacciato la costruzione di un muro ai confini con il Messico e aver lanciato la guerra dei dazi alla Cina e velatamente all’Europa, nelle ultime ha suggerito alla premier inglese alle prese con la Brexit di non negoziare con l’Unione europea, definita “nemica”, e anzi di fargli causa. Nel frattempo ha anche trovato modo di mettere in scena un teatrino con il Presidente Putin, dapprima scagionandolo dall’accusa di aver in qualche modo influenzato le elezioni americane e successivamente ritrattando il tutto adducendo una serie di motivazioni dettate da una non ben precisata errata interpretazione della negazione delle negazioni. Nel contempo i mercati finanziari viaggiano a velocità diverse con il Nasdaq che ha segnato i nuovi massimi storici mentre sul listino italiano permane una debolezza di fondo con il settore bancario in particolar modo sotto pressione. Una situazione di incertezza a cui il segmento dei certificati di investimeto cerca di dare una risposta.
In particolare Natixis ha lanciato in negoziazione un certificato che consente di non doversi preoccupare se i minimi dei suoi sottostanti sono stati già fatti o arriveranno in seguito. Si tratta, infatti, di una struttura dotata dell’opzione lookback che consentirà di fissare il livello minimo di Generali, Intesa Sanpaolo ed Eni registrato in tre date di osservazione, di cui l’ultima a settembre. Un certificato che nonostante questa opzione riesce a puntare al 10% annuo di rendimento e che questa settimana viene analizzato a fondo nella rubrica del certificato della settimana. Cedole e coupon sono invece alla base delle nuove emissioni di Exane entrate in quotazione sul Sedex nel corso della settimana e che allargano il già ampio ventaglio di offerta dell’emittente transalpina di cui tutti i dettagli si possono trovare nell’approfondimento. Si chiude con un focus sul principale indice europeo, ovvero sul Dax con l’analisi di tutte le emissioni a leva che possono aiutare investitori e trader a cavalcare un eventuale ritorno della volatilità.

Se vuoi continuare a leggere l’articolo vai sul CJ n.568

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

Lascia una risposta