E’ uscito Certificate Journal n.556

  • Print
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • LinkedIn
  • PDF

Nonostante sul piano macroeconomico si continui a intravedere una timida ma costante ripresa, a livello politico il quadro nazionale evidenzia ancora una fase di incertezza molto marcata. Lo specchio di una situazione indecifrabile è il duplice mandato esplorativo a due diverse cariche dello Stato, un evento mai successo che tuttavia i mercati al momento sembrano ignorare con il FTSE Mib che da inizia anno mette a segno un 9% di rialzo tornando a bussare alla soglia dei 24000 punti. Resistenza finora granitica , l’area che ha respinto qualsiasi tentativo di rialzo dal 2015 in avanti sta frenando gli acquisti anche in questa fase, in cui appare opportuno tornare ad analizzare quei certificati legati al nostro mercato che meglio potrebbero adattarsi ai vari scenari che potrebbero delinearsi nei prossimi mesi. Tra long e short le strategie bidirezionali aiutano l’investitore a gestire con maggiore serenità anche eventuali ritorni di volatilità e a questo scopo nascono i Reverse Bonus Cap descritti nell’Approfondimento. Dai temi classici si passa a quelli più innovativi sui quali il segmento dei certificati di investimento è sempre in prima linea. Infatti il certificato della settimana è dedicato a un Open End di Vontobel che guarda al tema delle “blockchain”. Al momento l’associazione diretta è quella con le cryptovalute, ma le “blockchain” sono molto di più e potrebbero rivelarsi una tecnologia di importanza fondamentale per il futuro per quanto riguarda sia le transazioni finanziarie ma anche per la registrazione di contratti e molto altro. Non è infatti un caso che nomi altisonanti quali Accenture, Microsoft, Cisco, Masterdcard e tanti altri di settori diversi abbiano messo sott’occhio questa tecnologia. Si torna invece sul mercato italiano con la sezione dei leverage, e in particolare su Generali che riavvicina i livelli di fine 2015 mettendo a segno dai minimi dell’anno scorso un rialzo del 70%. Quindi uno sguardo attento alle possibilità offerte da questa particolare tipologia di strumenti per cavalcare un eventuale ulteriore allungo oppure non farsi cogliere impreparati da una brusca frenata.

Se vuoi continuare a leggere l’articolo vai sul CJ n.556

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

Lascia una risposta