E’ uscito il Certificate Journal n. 550

  • Print
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • LinkedIn
  • PDF

web_300x350

La caccia al rendimento passa ormai sempre più attraverso la ricerca di strumenti capaci di generare un flusso cedolare consistente senza che questo comporti l’assunzione di rischi eccessivi. Le strutture Phoenix hanno conquistato da tempo il mercato, grazie alla loro capacità di garantire protezione da ribassi anche sostenuti e al contempo plusvalenze periodiche, sotto forma di proventi, condizionate o meno al buon andamento dei sottostanti prescelti. La capacità degli emittenti di innovare con frequenza il segmento di prodotto dei Phoenix ha portato nelle ultime settimane alla nascita e quotazione dei Resilience, portati sul mercato da Exane con l’obiettivo di rendere cedole e barriere flessibili e adattabili all’eventuale scenario negativo del worst of, ossia del sottostante più debole del basket sottostante, e in questi giorni alla quotazione dei nuovi Autocall Star, portati sul secondario da Natixis con l’intento di premiare il best of, all’interno di un basket di titoli. Questi certificati, scritti su due panieri settoriali ( auto e oil&gas) coniugano il flusso cedolare semestrale incondizionato con l’opzione “best of”, che rende maggiori chance di successo e protezione a scadenza rispetto alle classiche strutture che guardano al più debole tra i componenti. In ottica di innovazione, sebbene sia un’opzione già osservata sul mercato, si fa notare questa settimana anche Commerzbank, con il listing diretto in Borsa Italiana di una serie di 5 Express a rilevazione anticipata con trigger decrescente e premio crescente. Un binomio che permette a tali certificati, tutti legati a singoli titoli italiani, di generare elevati rendimenti potenziali ( oltre 16% su base annua per l’emissione su Intesa Sanpaolo) anche in uno scenario negativo grazie alla barriera livellata verso il basso. Di questo e delle tante innovazioni di prodotto all’interno di un mercato in continua crescita si parlerà anche durante il corso di formazione gratuito che si terrà il prossimo 23 marzo a Investing Napoli. Per maggiori informazioni si rimanda agli Appuntamenti da non perdere.

Se vuoi continuare a leggere l’articolo vai sul CJ n.550

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

Lascia una risposta