DOPPIA CEDOLA ANCHE PER GLI INDICI

  • Print
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • LinkedIn
  • PDF

ImmApp328

L’attenzione alle esigenze dei risparmiatori sta portando, già da diverso tempo, gli emittenti a spingersi su payoff innovativi ed atipici o a rinnovare periodicamente la gamma di prodotti con cedola.

E’ il caso della nuova serie di Double Cash Collect targata BNP Paribas scritta su indici azionari, che si pone come obiettivo la creazione di un flusso cedolare periodico, eliminando tutte le criticità insite nei prodotti mono-sottostante che espongono l’investitore oltre al canonico rischio di mercato anche a quello specifico legato al singolo titolo. Fattore questo da non sottovalutare, in considerazione di shock sui prezzi che hanno colpito a ritmo alterno diversi titoli che trovano frequentemente posto come sottostanti tra i certificates.

L’implicita diversificazione che caratterizza gli indici azionari sottostanti per questa emissione, nello specifico l’italico FTSE Mib, l’Eurostoxx 50 e il settoriale Eurostoxx Banks, nonché la volatilità molto più contenuta rispetto ai singoli titoli, rappresentano elementi che fanno salire il costo della struttura e che conseguentemente mutano le caratteristiche di rischio-rendimento rispetto ad analoghi prodotti agganciati a single stocks.

Ciò non toglie gli indubbi benefici che proprio la diversificazione porta con se e che consente di rendere meno oneroso il ricorso a certificati con cedola per impegnare la parte di portafoglio fino a qualche anno fa dedicata al segmento obbligazionario, con rischi e finalità senza dubbio differenti ma certamente limati dalla presenza di un sottostante composto da un diversificato indice azionario.

Se vuoi continuare a leggere l’articolo vai sul CJ n.519

 

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

Lascia una risposta