IDEE DAL CEDLAB

  • Print
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • LinkedIn
  • PDF

Stagione dei dividendi alle porte per Piazza Affari e per l’Eurostoxx 50, per un peso superiore al 2% sul valore degli indici

 

Stagione delle trimestrali al via negli Stati Uniti con diverse buone sorprese rispetto alle attese degli analisti, Goldman Sachs in testa, ma anche stagione dei dividendi alle porte per Piazza Affari e per l’Eurostoxx 50 più in generale. Sono questi gli appuntamenti a cui gli investitori guardano per le prossime settimane, e più in particolare all’impatto che lo stacco dei dividendi avrà sul valore dei rispettivi indici e titoli. Fino al 30 maggio prossimo, il FTSE Mib ha in programma lo stacco di 322 punti indice, pari al 2,08% dell’attuale valore, mentre per l’Eurostoxx 50 la distribuzione delle cedole da parte di 36 delle 50 società componenti comporterà una perdita fisiologica di valore pari a 57,8 punti, pari al 2,24% dello spot. Diversi i certificati interessati che andranno in scadenza entro tale data. In particolare, sono 34 gli strumenti quotati che entro il 27 maggio verranno revocati dai rispettivi mercati di negoziazione ( Sedex di Borsa Italiana e Cert-X di EuroTLX) e per alcuni di questi lo stacco dei dividendi potrà determinare la buona riuscita o meno dell’investimento. Saranno invece 39 i certificati che entro la stessa data rileveranno il valore del sottostante per l’estinzione anticipata o per il pagamento di una cedola. Dalla tabella “Next Valuation Date”, spiccano con data di osservazione fissata entro la fine di aprile, quattro distinti certificati legati al titolo Intesa Sanpaolo, due con trigger inferiore all’attuale livello spot (1,26 euro), che tuttavia offrono ancora un buon margine di rendimento, e i restanti due, che in virtù dello scenario del tutto incerto e imprevedibile, si propongono come una vera e propria scommessa last minute con premio annualizzato a tripla cifra e rischi controllati alla scadenza, data la possibilità di rientrare del nominale alla tenuta di barriere poste a livelli inferiori ai 70 centesimi. Sul fronte delle “opportunità”, a un anno dal suo debutto, il CedLAB presenta un track record di operazioni vincenti per un rendimento complessivo maturato pari all’83,94%. Da inizio anno le operazioni segnalate e concluse sono invece state finora 19, per un rendimento conseguito pari al 31,20%.

 IDC320

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

Lascia una risposta